I nove migliori trucchi per lavorare con Twitter!

I nove migliori trucchi per lavorare con Twitter!

I nove migliori trucchi per Twitter, segnalati da Stephanie Frasco su socialmediatoday.

1. Scegli un buon nome

Questo può essere il vostro nome o il vostro nome personale (anche se, ovviamente, si possono avere entrambe). La cosa importante è creare un account che sia facile da ricordare e non troppo lungo. Ricorda: su Twitter, i caratteri contano. Se qualcuno vi retwitta, il vostro nome sarà contato nell’importo totale dei caratteri utilizzati. Evita anche di usare troppi caratteri speciali, come l’underscore e troppe vocali. Ad esempio, se il nome è Giorgia ma il Twitterhandle @Giorgia è preso, non usate @Giorgiaaaaaaaaaaaaaaaaaa: come si fa a ricordare quante “a” ci sono?
Il nome dev’essere semplice e facile da memorizzare.

2. Tieni a mente il limite dei caratteri

Ricorda sempre che hai solo una quantità limitata di caratteri –  sono 140, ma io consiglio di usarne circa 120 perché, se qualcuno vi retwitta, il vostro nome entra nel numero dei caratteri e se questi sono già 140 ci sarà bisogno di modificare o abbreviare, usando “k” o “x” al posto delle “ch” o del “per”. Col risultato che chi non ha visto il vostro Tweet originale penserà che potreste averlo scritto voi, e rabbrividirà.

3. Gli hashtag

Gli hashtag sono nati su Twitter come un modo per categorizzare e ricercare i contenuti su Twitter. Servono ancora a questo scopo, ma visto che i sistemi di ricerca di Twitter sono migliorati, non sono più propriamente indispensabili. La gente li usa ancora per enfatizzare certi argomenti  per creare una comunità – ma senza esagerare! Un paio di hashtag per tweet sono più che sufficienti.

4. Risposte persone

In molti iniziano i loro tweet con un nome (@StephanieFrasco)… ecco, meglio non farlo, perché Twitter penserà che sia una conversazione privata e la renderà visibile solo alle persone @taggate. meglio inserire uno spazio prima della@, così il Tweet sarà visibile a tutti.

5. Tweets preferiti

Questo è un ottimo modo per aumentare i seguaci e di catturare l’attenzione. Favorendo un Tweet si fa un piacere che è probabile verrà restituito, prima o poi. Cliccare su “favorito” è anche uno dei modi migliori per salvarsi i tweet e rileggerli, o riutilizzarli, più tardi.

6. I titoli contano

Scrivi titoli brevi e azzeccati, usa un po’ di humor o di sensazionalismo da giornalisti. Bisogna catturare l’attenzione del lettore immediatamente. Un paio di cose che le persone amano cliccare su Twitter sono liste top-10, promesse di qualcosa che verrà, inviti all’azione. Ecco un po’ di esempi.

7. Non diventare una bacheca ambulante

Per ottenere il massimo da Twitter dovete mescolare i contenuti. Un po’ di auto-promozione va bene ma senza esagerare. Un po’ di di contenuti propri e un po’ di risposte e retweet, con una piccola parte di auto-promozione.

8. Ascoltare gli altri

Twitter è ottimo per “infiltrarsi” su altri gruppi, osservare come interagiscono i concorrenti, capire cosa vogliono gli utenti. Ok, magari infiltrarsi non sarà il termine migliore del mondo, ma ci siamo capiti.

9. Il tempismo è tutto

Un buon timing è il segreto del successo su Twitter. Secondo RadiumOne ci sono due ore di punta in cui si dovrebbe tweettare:  dalle 10 a mezzogiorno e dalle 8 alle 10 di sera. Naturalmente queste regole variano a seconda del pubblico di riferimento.